L’ingresso nel board servirà a rafforzare le competenze del Consiglio in ambito digitale, mettendo al tempo stesso a disposizione dei vertici della banca una significativa dimestichezza con il mondo delle start-up orientate a percorsi di crescita caratterizzati da innovazione tecnologica.