Acquisto diretto di crediti verso procedure concorsuali

Guber acquisto crediti portafogli non performing, cessione crediti commercialiIn qualità di titolare di licenza per l'attività di recupero crediti ai sensi dell'art. 115 TULPS e pertanto autorizzato, ai sensi del D.M. 53/2015, all'acquisto di crediti in sofferenza a fini di recupero, siamo abilitati all'attività di acquisto di crediti.
Acquisiamo crediti chirografari problematici e/o di difficile esigibilità, sia di origine commerciale che bancaria-finanziaria, vantati verso Procedure Concorsuali.
La cessione avviene normalmente pro-soluto ed è anticipata da una due diligence, volta a verificare il presumibile valore di realizzo del credito e/o del portafoglio crediti oggetto di eventuale cessione.
L'acquisizione di crediti nei confronti delle procedure concorsuali può essere anche volta alla proposizione di concordati fallimentari che tengano conto contestualmente degli interessi della curatela e dei creditori.
Siamo attivi anche in questo ambito tramite la collegata Assuntore SpA.
Ci preme evidenziare come la scelta di una controparte per la cessione dei propri crediti debba tener conto non solo dell'aspetto economico, ma anche e soprattutto di quello etico e reputazionale.


Acquisto portafogli NPL

Acquistiamo direttamente portafogli di crediti NPL da Istituti Bancari. Lo studio di fattibilità viene svolto presso la sede del potenziale Cedente con l'obiettivo di presentare una proposta d'acquisto calcolata in funzione delle stime di recupero e del timing ad esse collegato. Adeguati sistemi di controllo e regole di esclusione impediscono la presenza di qualsiasi conflitto di interessi.


Cessioni pro-soluto di crediti commerciali e deducibilità della perdita

La circolare dell’ Agenzia delle Entrate n° 14/E del 4 giugno 2014 è intervenuta precisando quanto stabilito dal Legislatore con la Legge 147/2013 (Legge di Stabilità 2014) in materia di deducibilità fiscale delle perdite sui crediti.
La normativa riformata prevede ora che, laddove si verifichi una perdita certa, definitiva e irrevocabile su crediti, questa possa essere dedotta fiscalmente nell’esercizio in cui tale perdita si verifica.
Lo strumento della cessione pro-soluto, disciplinata dagli art. 1260 c.c. e segg., risulta essere l’opzione ideale per ottenere una perdita certa e definitiva sui crediti di difficile riscossione e conseguire il vantaggio della deducibilità fiscale.

Forti delle competenze e della professionalità acquisita in oltre 24 anni di attività, possiamo adeguatamente supportare le imprese quale acquirente pro-soluto dei crediti di difficile riscossione.
Il perfezionamento dell’ operazione avviene tramite scambio di lettere commerciali (proposta e accettazione) munite di data certa.
Il servizio viene offerto dalla nostra struttura ad un costo variabile in funzione dell’ammontare complessivo del portafoglio oggetto di cessione.

I vantaggi per l’impresa cedente dei crediti sono chiari: